Skate Slalom: linee guida generali

Lo skate slalom è una specialità fruibile per agonisti e principianti.

E' un percorso a tempo in cui sono inseriti dei pali snodati come ostacoli.

Segue la logica  delle gare da sci , si parte da fermo, e si deve compiere il percorso di slalom fra i pali nel minor tempo possibile.

I tracciati possono assumere variabile ogni evento, nel senso che  il numero di pali e numero dell gare e tipo di classifica possono sempre essere diversi.
Il motivo delle variabili è presto spiegato,:

in base allo spazio disponibile.

In base al target partecipanti.

In base al tipo di pavimento e sua pendenza.

In base al numero di atleti iscritto quel giorno.

 

Con più spazio si possono aumentare il numero dei pali, con spazi ridotti tuttavia si possono realizzare percorsi che sfruttano andata e ritorno, adottando numero di pali ridotto. Se i partecipanti sono piccoli principianti il percorso può essere ridotto e semplificato sulle posizioni geometriche, cioè pali  con angolo ridotto  fra un palo e l' altro.
Se il pavimento è asfalto si cerca di rendere meno insidioso il tracciato, se vi sono tanti atleti  si realizzano anche 2 piste o uguali parallele, o speculari.

 

Angolatura del palo (FIG 1)
Nella figura 1 è quotato lo schema più classico, quello da applicare per i principianti, cioè cateto superiore da 3 metri e inferiore 1,5 con angolo di circa 26°.
3 metri è la distanza minima da applicare per i pali, sotto questa quota diventa veramente complicato ottenere fluide esecuzioni.

La tripletta (FIG 2)
Con questo termine si indica una serie di 3 pali allineati, che devono avere la distanza minima di 3 metri  l' uno dall' altro. 
In genere vengono collocati nella parte finale del tracciato.
Ovviamente la tripletta può essere estesa con un numero di pali superiore, cioè arrivare a 4 o 5 pali.  Si suggerisce comunque di non superare 4 pali allineati, il rischio è che gli atleti commettano molti errori inforcando in genere gli ultimi. 
I pali allineati possono anche avere un passo molto generoso, cioè 5, 6 metri, ma arrivare anche a 10 in ambienti outdoor sino a trasformare il tracciato in uno slalom gigante con velocità anche oltre i 20, 25 km/h durante l' esecuzione.

Le classifiche posso avere la somma dei tempi, oppure la migliore esecuzione su 2 prove, oppure somma di due tempi migliori su 3 run. 

Oppure ancora gara di parallelo ad eliminazione, o con sfide ko su circuiti opposti o paralleli.
Il format che oggi va per la maggiore e 2 run e best time.

Il palo snodato è composto da due elementi principali, base e asta.

 

BASE

La base deve assumere un peso per evitare auto ribaltamento della stessa base.

In genere è una calotta da allenamento di calcio, riempita di peso all' interno con incollaggio di ulteriore piastra metallica a scopo di zavorrare ed aumentare peso.

peso a vuoto: 342 g - peso con acqua: 2,150 kg, riempibile: con acqua o sabbia (volume: circa 1,8 litri di acqua)

 

 

Asta 

L' asta è composta da 3 sottogruppi :molla,stecca,spugna.

Si usano i tubi plastici elettrici da 20 mm di diametro, tagliati ad una lunghezza di 170 cm.

Parte del tubo plastico viene calettato nella molla, all' interno per almeno 90 mm di profondità.
Viene poi infilata la spugna sino al fondo, cioè sino a far toccare la molla.
La spugna viene lasciata sporgere della stecca di circa 15 cm. 

Come ultimo lavoro si deve nastrare la spugna con nastro americano, importante vincolare anche parte della molla in modo che sia tutto solidare , cioè unico corpo.
La nastratura protegge la spugna dall' usura nel tempo, e conferisce al palo maggiore robustezza ed elasticità, essendo arricchito di di fibre di vetro il nastro americano, costituisce un ottimo rivestimento. 
I colori adottati sono in genere 2, giallo e rosso. 
Si sconsiglia uso di nastri bicolore, tipo giallonero o rossobianco, rischiano di non essere visti bene dai concorrenti, cioè potrebbe verificarsi effetto  mimetico, con possibili alterazioni delle percezioni visive degli stessi concorrenti.

 

Molla

Ha due diametri

Il primo diametro che riceve il tubo da 20 mm deve avere precisione all' interno, gioco massimo 1 decimo di millimetro, cioè diametro interno  20 ± 0,1 mm.

Se il tubo ha gioco, basta mettere del nastro per compensare lo spessore.

Il secondo diametro deve essere 25 mmi esterno, per una lunghezza di 100 mm, e parte di questa molla deve entrare all' interno della calotta. 

Anche qui la tolleranza costruttiva deve avere 25 mm ± 0,1.

la molla è circa 200 mm, 100 mm diametro interno 20 mm e altri 100 mm diametro esterno 25 mm.

Non ho dato le altre quote perché qui entra il discorso sezione della molla.

 

LA SEZIONE  è il materiale originale che vine impiegato per costruire la molla con uno speciale processo di macchinari da piega presente in aziende chiamate " mollifici", che sono dotati di speciali linee automatiche di produzione,  per piegare il ferro a spirale per creare ogni tipo di geometria.

La scelta del materiale da impiegare non è banale, qui entrano in gioco le esperienze dei mollifici, ed anche la nostra.

Abbiamo fatto costruire tanti prototipi sino a quando abbiamo trovato il miglior compromesso fra sezione da 3,9 mm e 4,0 mm e chimica della lega metallica, acciaiosa, ma non troppo, ma neanche troppo armonica, perché poi si spezza per fatica dopo 3000 cicli di piega. 
Calotta e riempimento

Le calotte le trovate facilmente nei cataloghi di accessori calcio.

Trovate quelle semisferiche gialle, o quelle in colori assortiti che hanno dei vani a forma di croce, che servono per inserire, incastrare altri articoli quali stecche o cerchi per altri sport, come agility dog.

La calotta ha un tappo nella base, per sigillare ed evitare la fuoriuscita del materiale riempitivo.

RIEMPITIVO

Normalmente negli altri sport, nella calotta sono soliti a riempire con sabbia o sassi. Ma lo skate  slalom ha bisogno di maggiore peso, di zavorra consistente.

Il ferro è il miglior peso economico disponibile nel mercato. (peso specifico 7,8)

Si deve preparare un impasto misto di cemento-sabbia e ferro riempitivo.

sabbia al 10 15 % del cemento, non rapido, ma di medio indurimento, circa 9 ore.

Deve essere molto liquido, in modo da infilarsi e riempire bene tutto l' interno, legandosi con il ferro a forma di monete circolari  che in genere adottiamo,

LE MONETE  sono trance di ferro, scarti di lavorazione meccanica di aziende  automotive.

Il ferro e il cemento alla fine produrranno un peso di  5,9  6,3 kg.

Una ulteriore piastra diametro 200 mm ± 0,5 mm verra poi incollata sulla base per dare il peso ottimale di almeno 9,8 kg.

La Piastra è in acciaio FE 360, tagliata al laser. Viene incollata con speciale polimero per ferro- plastica.
In genere impieghiamo la plexsus  di lento indurimento, cioè 15 minuti.

Piastra e ferro devono preventivamente essere decapati, e processati con primer, rispettivamente per ferro e per plastica.

Per effettuare l' incollaggio, servono 55 grammi di colla  plexsus bicomponente per saldare piastra s calotta, si procede ad incollare una toppa di feltro sulla piastra di ferro che funge da base di appoggio della calotta.

Il feltro vien incollato semplicemente con bostik di lenta reazione.

A questo punto il palo sondato è pronto.

I costi 

Stecca 1 euro

spugna 1 euro

Nastro 0.70 centesimi

calotta 6 euro

piastra 15 euro

molla 15 20 euro

colla 4 euro 

feltro 3 euro 

bostik  1 euro

cemento 1 euro 

sabbia 0,50 euro

ferro 1 euro 

primer 1 euro 

costi materiale 56 euro  e  2 ore di lavoro per palo circa.
Durata di un palo circa 5 anni 

 

La presente guida è in via di aggiornamento costante.



  

 

 

 

collanti strutturali

Dalle esperienze automobilistiche, Plexus risulta il miglior collante strutturale per in collare le piastre metalliche sulle calotte semisferiche. E' possibile scaricare la scheda tecnica del prodotto.

Si consiglia di utilizzare il prodotto in ambienti ventilati all 'aperto.
Evitare il contatto con le mani, non respirare le esalazioni durante il processo di indurimento. Tenere lontano dalla portata dei bambini. 
Plexus ha sopportato le prove di temperatura alta e fredda dopo 5 anni di test e stress.
Le basi sono state esposte a 70 ° ed a -10, per tempi prolungati, e non sono avvenuti distacchi o cedimenti.

 Plexus® MA425 è un adesivo in metacrilato in due parti progettato per l'incollaggio strutturale di materiali termoplastici, metallici e compositi. Combinato con un rapporto di 10: 1, MA425 ha un tempo di lavorazione da 30 a 35 minuti e raggiunge circa il 75% della resistenza massima in 80-90 minuti a 23 ° C (74 ° F). Plexus MA425 sta trovando ampio utilizzo per applicazioni di incollaggio composito nell'industria dei trasporti e marittima perché non richiede praticamente alcuna preparazione superficiale. Inoltre, questo prodotto offre una combinazione unica di eccellente resistenza a fatica, eccezionale resistenza all'impatto e tenacità superiore. Plexus MA425 è blu quando miscelato e viene fornito in cartucce da 380 ml pronte per l'uso, secchi da 5 galloni (20 litri) o fusti da 50 galloni (da 200 litri) da erogare sotto forma di gel senza rilassamento.

 

Download
Plexus m425 scheda tecnica
ma425-data-sheet_rev07.pdf
Documento Adobe Acrobat 233.9 KB